La Biblioteca della Stazione Sperimentale per l’Industria delle pelli e delle materie concianti è entrata nell’elenco dei beneficiari del “Fondo emergenze, imprese e istituzioni culturali”.

Una nuova opportunità per il rilancio e per essere, sempre più, un riferimento per le imprese, per gli studiosi e per l’intera filiera.

Si tratta di una misura prevista dal decreto del Ministro della cultura, n.192 del 24 maggio 2021, riguardante il sostegno del libro e dell’intero comparto dell’editoria libraria. I beneficiari potranno investire risorse per arricchire e valorizzare la propria biblioteca e costruire una più stretta collaborazione con il territorio e la propria comunità di riferimento.

 

Il contributo è accessibile unicamente alle biblioteche che rispettino il requisito essenziale di apertura al pubblico, e la biblioteca della SSIP ha dimostrato di saper aprire le proprie porte a tutti, senza alcuna limitazione, essendo un asset importante della divulgazione scientifica, e che con tali fondi potrà ulteriormente incrementare il suo già nutrito catalogo.

Ricordiamo che la Stazione Sperimentale Pelli è stato il primo Ente pubblico di ricerca sperimentale e istruzione tecnico/industriale in ambito conciario, fondato per supportare i settori produttivi strategici di fine Novecento.  

 

“Sono molto lieta per questa nuova occasione”, commenta la dottoressa Carmelina Grosso, responsabile della Biblioteca della SSIP, “Grazie a questa iniziativa possiamo non solo provvedere al fisiologico aggiornamento dei testi scientifici e tecnici, ma sarà possibile anche ampliare il posseduto verso nuove traiettorie, come quella della sostenibilità ambientale, di estrema priorità per il settore conciario, fin dagli albori inserito in un sistema economico circolare, e dunque votato all’ecosostenibilità” conclude la dottoressa Grosso.

 

Per ulteriori informazioni sulla Biblioteca accedere al sito https://dev.ssip.it/biblioteca/

 

Minimum 4 characters